• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Linkedin

DICHIARAZIONI DEI REDDITI

Controlli formali sulle dichiarazioni 2015 e lettere di compliance

Con il comunicato stampa del 2 agosto 2017, l'Agenzia delle Entrate rende noto che i contribuenti hanno tempo fino al 2 ottobre 2017 per rispondere alle richieste di documentazione per i controlli formali sulle dichiarazioni dei redditi del 2015.

Entro lo stesso termine, riconosciuto per evitare ai cittadini e ai professionisti ulteriori adempimenti durante le vacanze estive, è possibile rispondere alle comunicazioni inviate per rimediare a errori o dimenticanze sui redditi dichiarati.

Si tratta in particolare, di comunicazioni inviate dall'Agenzia nei mesi di maggio, giugno e nei primi giorni di luglio:

  • relative a varie tipologie di reddito, per il periodo d'imposta 2013;
  • relative ai dati degli studi di settore presentati dai contribuenti per il triennio 2013-2015.

Chi ha ricevuto queste comunicazioni ha due opzioni: se ritiene corretti i dati riportati nella sua dichiarazione, potrà comunicarlo all'Agenzia entro il 2 ottobre, indicando eventuali elementi, fatti e circostanze non conosciuti dal Fisco, evitando che l'anomalia si traduca in futuro in un avviso di accertamento vero e proprio. Se invece riconosce di aver commesso gli errori segnalati dall'Agenzia, può correggerli tramite ravvedimento operoso, regolarizzando cioè in maniera agevolata la propria posizione con sanzioni e interessi

A tal fine, l'Agenzia ricorda i canali di assistenza a disposizione dei contribuenti:

  • Centri di assistenza multicanale (Cam), che rispondono ai numeri 848.800.444 da telefono fisso e 06.96668907 da cellulare, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, selezionando l'opzione "Servizi con operatore - Comunicazione direzione centrale accertamento" (costo in base al piano tariffario applicato dal gestore);
  • Direzione provinciale di competenza;
  • uno degli uffici territoriali della Direzione Provinciale.

Le informazioni sulle lettere per la compliance sono disponibili in una nuova sezione dedicata sul sito www.agenziaentrate.gov.it, raggiungibile seguendo il percorso: Cosa devi fare > Compliance, controlli, contenzioso e strumenti deflativi > Attività per la promozione della compliance.

 

 

04/08/17