CONTRATTI DI SOLIDARIETÀ

Sgravio contributivo concesso per risorse residuate anni 2014 e 2015

Sono state rese note le istruzioni operative emanate dall'Inps per la fruizione delle agevolazioni contributive connesse con i contratti di solidarietà di cui alla legge 863/84,  a valere sulle somme residuate rispetto agli stanziamenti 2014 e 2015.
Aziende destinatarie autorizzazione sgravi contributivi risorse anni  2014 e 2015.
Poiché la misura autorizzata con i diversi decreti direttoriali adottati è risultata superiore a quanto effettivamente speso, il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha adottato ulteriori decreti di ammissione al predetto sgravio contributivo nei confronti delle aziende indicate in allegato, a valere sulle risorse residue per gli anni citati.
Pertanto, ai fini della fruizione dell'agevolazione, le aziende autorizzate sulla base di risorse stanziate nell'anno 2014, per l'esposizione nel flusso UniEmens delle quote di sgravio spettanti per il periodo autorizzato, valorizzeranno all'interno di <DenunciaAziendale>, <AltrePartiteACredito>, i seguenti elementi:

  • nell'elemento <CausaleACredito> inseriranno il già previsto codice causale "L930", avente il significato di "Arretrato conguaglio sgravio contributivo per i CdS stipulati ai sensi dell'articolo 1 del DL 30 ottobre 1984, n.726 (L.863/1984) anno 2014";
  • nell'elemento <ImportoACredito>, indicheranno il relativo importo.

Per quanto riguarda, invece, le aziende autorizzate allo sgravio relativo a risorse stanziate per gli anni sia 2014 che 2015,  per esporre nel flusso UniEmens le quote spettanti per il periodo autorizzato, le stesse valorizzeranno all'interno di <DenunciaAziendale>, <AltrePartiteACredito>, i seguenti elementi:

  • nell'elemento <CausaleACredito> inseriranno il codice causale di nuova istituzione "L932", avente il significato di "Arretrato conguaglio sgravio contributivo per i CdS stipulati ai sensi dell'articolo 1 del DL 30 ottobre 1984, n.726 (L.863/1984) anno 2015";
  • nell'elemento <ImportoACredito>, indicheranno il relativo importo.

Misura dello sgravio

l'Istituto ricorda  che gli importi contenuti nei decreti direttoriali e comunicati ai soggetti ammessi costituiscono la misura massima dell'agevolazione fruibile. Pertanto,  le aziende dovranno porre a conguaglio solo la quota di beneficio spettante, calcolata sulla base dei trattamenti di integrazione salariale effettivamente fruiti.

Termine effettuazione conguaglio

Le citate operazioni di conguaglio dovranno essere effettuate entro il 16 febbraio 2017 (giorno 16 del terzo mese successivo a quello di pubblicazione della circolare Inps n. 165/2017).
Icona documento 'Formato PDF'Scarica la circolare (formato PDF - 64 KB)

13/11/17

Cerca Aziende Associate



Diventa Socio
Ricevere news da Asseprim